Come fare l’amatriciana

Come fare l'amatriciana. Nuovo Centro Carni di Corbetta

Come fare l’amatriciana. Nuovo Centro Carni di Corbetta

Come fare l’amatriciana?

Ricetta molto apprezzata in Italia dove viene preparata fin dall’800. Proviene dal comune di Amatrice, in provincia di Rieti, ed ha richiesto la tutela dello stesso Comune, per riconoscere la sua autenticità da tutte le successive varianti: la formula dell’Amatriciana è certificata con una certificazione data ai prodotti agroalimentari tradizionali, cioè preparati con ingredienti di un determinato territorio.

Si prepara con una salsa di pomodoro leggermente piccante e guanciale. La pasta che si usa di solito sono gli spaghetti, rigatoni o bucatini

Bisogna usare il guanciale, meglio ancora se è il guanciale di Amatrice, lo stesso vale per il pecorino romano prodotto ad Amatrice, ingrediente indispensabile per dare il gusto finale: Per quanto riguarda il tipo di pasta, ad Amatrice si usano rigorosamente gli spaghetti. In altri paesi si usano i bucatini e, in versione pasta corta, i rigatoni.

Anche il procedimento è stato codificato con molta attenzione per preservare questa ricetta da modifiche e ammodernamenti. D’altronde è una ricetta così semplice ed essenziale che con ingredienti di qualità.

Il sugo si prepara quando l’acqua di cottura della pasta inizia a bollire. Rosolare il guanciale con un cucchiaio di olio extravergine, sfumare con il vino bianco, quindi aggiungere i pomodori San Marzano, tagliati a pezzi piccoli. Indispensabile per il gusto anche il peperoncino, che dona sapore senza invadere gli altri. Quindi aggiungere il sale e il pepe, tenendo presente che il guanciale è già pepato e il pecorino romano è salato.

Quando la pasta è cotta al punto, la si butta nel sugo in modo che prenda il sapore, aggiungendo abbondante pecorino grattugiato. Farlo sciogliere, per rendere la salsa più cremosa. Potete successivamente aggiungere altro pecorino grattugiato a piacere sopra la pasta.

  • Difficoltà: media
  • Tempo totale mezz’ora
  • Elaborazione 20 minuti
  • Cucinando 10 minuti

Ingredienti

per 4 persone:

  • Guanciale di maiale (guanciale) 75g
  • Pomodori maturi o in scatola 250g
  • formaggio pecorino 50g
  • Spaghetti 250g
  • un pezzo di peperoncino
  • Vino bianco
  • Sale a piacere

Preparazione

  1. Lavate i pomodori. Eliminate i semi e tagliateli a pezzi piccoli
  2. Rosolare il guanciale in una padella insieme al peperoncino, con pochissimo olio a fuoco medio-alto
  3. Quando il guanciale è dorato e comincerà a diventare croccante, bagnatelo con il vino bianco e fate evaporare l’alcool per un paio di minuti
  4. Unite i pomodori in padella, aggiungete sale e pepe e, se volete, mezzo cucchiaino di zucchero che servirà a contrastare l’acidità del pomodoro
  5. Lasciare sbollire la salsa di pomodoro per 15-30 minuti o finché non si sarà addensata
  6. In una pentola capiente portate a bollire l’acqua
  7. Quando l’acqua bolle, aggiungete un cucchiaio di sale e mettete a cuocere gli spaghetti
  8. Cuocere gli spaghetti con la pentola scoperta lasciandoli arrivare “al dente”.
  9. Quando saranno cotti, scolate gli spaghetti e conditeli con la salsa di pomodoro che dovrà essere ben calda.

Serviteli subito e …buon appetito!

Consigli

Il miglior accompagnamento per questa ricetta degli spaghetti all’amatriciana è un antipasto leggero e per finire un semplice dessert poiché la pasta ha un ottimo effetto saziante.

La ricetta tradizionale degli spaghetti all’amatriciana utilizza il guanciale al posto della pancetta. Cercate di avere il sugo pronto in modo da poterlo amalgamare con gli spaghetti appena terminano la cottura. Regolate il livello di piccante nel piatto a vostro piacimento, non è necessario utilizzare tutto il peperoncino.

Fate in modo che gli spaghetti non perdano troppo tempo a cuocere insieme al pomodoro, quanto basta per amalgamarli al sugo. Al posto degli spaghetti, sono molto apprezzati anche i bucatini.

This entry was posted in Consigli di cucina.