Agnello al forno con patate

Agnello al forno con patate

Agnello al forno con patate

L’agnello con patate al forno è un piatto insostituibile durante le feste di Pasqua. Il suo inconfondibile sapore con note selvatiche lo rende unico e molto amato tra i primi piatti della Settimana Santa: per questo è protagonista di molte ricette regionali.

Un piatto ricco e calorico, solitamente servito come primo piatto o come unico perché molto abbondante. L’agnello al forno con patate è un piatto presente nella maggior parte delle case per molte ricorrenze, tuttavia possiamo prepararlo in qualsiasi giorno dell’anno.

Ma ci vuole anche tempo per prepararlo, poiché ci vorrà tra un’ora e mezza o due ore per cuocerlo, tra preparazione e cottura. Quando preparate questa ricetta vi consigliamo di utilizzare una teglia molto ampia per poter mettere molte patate.

Il nostro consiglio è di lasciarle dorare per bene, vedrete saranno buonissime. Con l’agnello al forno con patate vogliamo celebrare la Pasqua con questa ricetta semplice e rustica, alla portata di tutti.

Come di consueto, l’agnello è aromatizzato con aromi fragranti che ammorbidiscono il sapore pungente e cuocendolo al forno abbiamo una carne tenera e succosa.

Agnello con patate, ingredienti per 4 persone

  • Tagliata di agnello o capretto 1 kg
  • Patate grandi, almeno 4
  • Pecorino stagionato o pecorino grattugiato 70 g
  • 40 g di pangrattato
  • Capperi 2 cucchiai
  • Grani di pepe nero
  • Prezzemolo
  • Rosmarino
  • Timo
  • Origano
  • Olio per friggere

Preparazione

  1. Ungete una padella con olio extravergine di oliva e distribuite i pezzi di agnello con 2 o 3 spicchi d’aglio interi, le foglie di salvia, rosmarino e altro olio. Aggiungere sale e pepe e mescolare bene. Scaldare il forno a 200°, con funzione ventilata, e quando è pronto infornare la carne, abbassare la temperatura a 190° e cuocere per cinquanta minuti circa.
  2. Nel frattempo sbucciate le patate e tagliatele in spicchi di media grandezza, quindi lasciatele in una ciotola con acqua fredda. Nel frattempo, in una casseruola, portare a bollore abbondante acqua con mezzo bicchiere di aceto e aggiungere le patate e, quando riprende a bollire, farle cuocere per tre minuti a fuoco vivo.
  3. Una volta pronte, scolatele e trasferitele in un contenitore.
  4. Dieci minuti dopo, bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco secco e farlo evaporare per circa cinque, quindi adagiare sopra le patate, distribuirle uniformemente e continuare la cottura.
  5. Nel frattempo dissalate i capperi lasciandoli in una ciotola di acqua fredda per circa mezz’ora, poi scolatele e tritateli con i rametti di rosmarino e uno spicchio d’aglio.
  6. Negli ultimi cinque minuti di cottura l’agnello toglierlo dal forno, bagnarlo con la salsa appena creata e rimetterlo dentro per il tempo necessario a far evaporare l’aceto. Servire l’agnello caldo con la sua salsa di capperi e le patate in spicchi.

Ora non resta che servire e goderci il nostro pranzo di Pasqua!

This entry was posted in Consigli di cucina.